Tag: Grande Guerra

BOOMMMMMMM – Uomini e fortezze

Mercoledì 6 giugno ore 21,00 presso la Casa della Patria “Pico Cavalieri” l’Associazione Culturale di Ricerche storiche Pico Cavalieri presenterà la videoconferenza “Uomini e Fortezze. I forti italiani ed austroungarici della Grande Guerra tra realtà ed immaginario” a cura di Enrico Trevisani introduttiva all’escursione storica di domenica 17 giugno “La Memoria nella Pietra” un itinerario

Erich von Falkenhayn

Erich von Falkenhayn (1861-1922), è stato un generale tedesco, capo dello Stato Maggiore generale, durante la Prima guerra mondiale. Nacque nel 1861 da una famiglia di junker, l’aristocrazia terriera della Prussia. Inviato presso la missione militare tedesca in Cina, e nominato istruttore della scuola militare di Nankow, Falkenhayn si distinse nella repressione della rivolta dei

Il Sacrario di Redipuglia

Il sacrario militare di Redipuglia si trova situato in Friuli-Venezia Giulia, nel comune di Fogliano Redipuglia, in provincia di Gorizia. Costruito in epoca fascista, questo monumentale cimitero militare contiene le spoglie di oltre 100.000 soldati italiani caduti durante la Prima guerra mondiale. Realizzata sulle pendici del monte Sei Busi, cima aspramente contesa nella prima fase

Cannone tedesco “Grande Berta”

Ufficialmente chiamato 42 cm M-Gerät 14 L/12, la “grande Berta” fu un pezzo d’artiglieria terrestre utilizzato dall’esercito tedesco durante la Prima guerra mondiale. Spesso questo cannone è erroneamente associato al Parisgeschütz che bombardava Parigi in quello stesso periodo Questo cannone dalle prestazioni eccezionali in realtà era chiamato “cannone di Guglielmo” (dal nome dell’imperatore tedesco). Nel

La Sesta battaglia dell’Isonzo

La Sesta battaglia dell’Isonzo, chiamata anche “battaglia di Gorizia”, fu combattuta dal 4 al 17 agosto 1916 tra l’esercito italiano e quello austro-ungarico. Fu il primo vero successo italiano nella Prima guerra mondiale. Dopo l’attacco austriaco coi gas, avvenuto sul Monte San Michele il 29 giugno, le operazioni sul fronte della Terza armata subirono un

I “Ragazzi del ’99”

Quando parliamo dei “Ragazzi del 99” ci riferiamo a quei giovani nati nel 1899 (da qui l’appellativo di “ragazzi del ‘99”) che ebbero il loro battesimo di fuoco nella Prima guerra mondiale. Erano giovani di diciott’anni (a volte non compiuti), figli di contadini, artigiani e falegnami chiamati, con un addestramento rapido, a «resistere, resistere, resistere!»

Fucile Vetterli-Vitali Mod. 1870/87

Il fucile Vetterli-Vitali Mod. 1870/87 fu un’arma da fuoco a otturatore girevole-scorrevole, utilizzato dall’esercito del Regno d’Italia. Negli anni successivi all’Unità d’Italia si presentò l’esigenza di sostituire il fucile Carcano Mod. 67 ad ago, e la scelta cadde sul fucile svizzero Vetterli Mod. 1869 (realizzato da Johann-Friedrich Vetterli) che in Italia venne prodotto in versione

La Campagna di Gallipoli

Quella conosciuta come campagna di Gallipoli, è anche chiamata “battaglia di Gallipoli”, “campagna dei Dardanelli” o “battaglia di Çanakkale” (dal turco Çanakkale Savaşı). Fu una campagna militare intrapresa dagli Alleati nella penisola di Gallipoli durante la Prima guerra mondiale allo scopo di facilitare alla Royal Navy e alla Marine Nationale il forzamento dello stretto dei

Cannone tedesco Parisgeschütz

Il Parisgeschütz (o “cannone di Parigi”) fu un cannone ferroviario della Prima guerra mondiale, utilizzato dai tedeschi per bombardare Parigi dal marzo all’agosto del 1918. Il cannone sparava dalla foresta di Coucy e venne usato per bombardare Parigi da una distanza di 120 chilometri. Il primo proiettile atterrò sulla città alle 7:18 del 12 marzo

L’aereo tedesco Fokker Dr.I

Il Fokker Dr.I (conosciuto anche come Dreidecker) fu un triplano monomotore prodotto dall’allora azienda tedesca Fokker negli anni Dieci del Novecento. Utilizzato dalla Luftstreitkräfte (l’aeronautica militare tedesca imperiale) nelle ultime fasi della Prima guerra mondiale, è noto per essere stato il velivolo sul quale volò il famoso aviatore Manfred von Richthofen, meglio conosciuto come il