Categoria: Le fortificazioni

La Tagliata del Covolo di Sant’Antonio

Schizzo austriaco della tagliata (tratto dal sito Fortificazioni.net).Era situata lungo la strada che da Fonzaso porta verso la zona di Primiero, a nord-ovest di Feltre, oggi detta la "Strada dei forti".Il suo nome è dovuto al fatto che il forte era costruito a lato di un capitello dedicato a Sant’Antonio. Questo fortilizio faceva parte dello

Forte Lisser

Si trova nel territorio comunale di Enego, in provincia di Vicenza, sulla sommità rotondeggiante dell'’omonimo monte, a quota 1633 m. pressoché sul ciglio orientale dell'Altopiano dei Sette Comuni. Quest’opera parte dello Sbarramento Brenta-Cismon. Venne costruito tra il 1911 e il 1912 ed aveva il compito di sbarrare l'accesso alla Valsugana orientale in caso di attacco

La strada delle 52 gallerie

L'ingresso alle gallerieChiamata anche “Strada della Prima Armata”, la strada delle 52 gallerie è una mulattiera militare costruita durante la prima guerra mondiale sul massiccio del monte Pasubio. Ancora oggi è possibile passeggiare per questa strada ammirando tutto attorno il paesaggio montano. Questa strada si snoda fra Bocchetta Campiglia (1.216 m), una sella posta sopra

Forte Verle

Il forte al giorno d’oggiParticolare della copertura del forte Verle dopo un bombardamento.Chiamato anche Forte Busa di Verle (in tedesco Werk Verle), si trova al confine tra la provincia autonoma di Trento e quella di Vicenza, poco a levante del passo di Vezzena. Il complesso sorge sopra un dosso prativo, nel territorio comunale di Levico,

La Tagliata della Scala di Primolano

SONY DSCPosizionata a 400 m di quota  sopra al paese di Primolano, nel territorio comunale di Cismon del Grappa,  l’opera doveva servire a proteggere sia la Valsugana che lo sbocco sempre sulla Valsugana dalla valle di Primiero. Il fortilizio, che costituisce una delle più straordinarie ed imponenti costruzioni militari italiane, faceva parte dello sbarramento Brenta-Cismon;

Forte Luserna

Il forte Campo di Luserna (in ted. Werk Lusern) si trovava sull'altura di Cima Campo in località Luserna (provincia di Trento) a quota 1.549 metri all’angolo sud-est del pianoro di Lavarone. Il terreno su cui poggia precipita a nord-est nella valletta incassata del Rio Val Morta, a sud e sud-est si prolunga con un costone

Forte di Sommo Alto

Il forte in un’immagine dell’epocaIl forte di Sommo Alto (in ted. Zwischenwerk Sommo), situato a 4 km da Folgaria ad un'altitudine di 1.613 m slm, presso il passo Coe, apparteneva, come il vicino forte Cherle, allo sbarramento Folgaria. Venne progettato dal Capitano dello Stato Maggiore del Genio Schönherr e costruito tra gli anni 1911-1914, con un

Forte di Cherle

Un’immagine d’epoca del fortePosizionato nel territorio comunale di Folgaria, più precisamente in località Primo Costa, è chiamato anche Werk San Sebastiano ( tale nome gli era stato dato per non creare confusione nelle comunicazioni con il nome del forte Verle ). Progettato inizialmente dal primo Tenente dello Stato Maggiore del Genio militare austriaco Eugen Luschinski,

Il Trincerone di Grigno

Il trincerone di GrignoCaposaldo Italiano in Valsugana (m 240) Ci troviamo in Valsugana, quella lunga vallata che collega Bassano del Grappa a Trento. Nella parte orientale di questa vallata, al confine con il Veneto, è situato il paese di Grigno. Tra i comuni di Cismon e Grigno, più precisamente in località Martincelli, nel maggio del